Piante per esterniPiantePiante in fioreAgatea Felicia

La sua presenza può trasformare anche grandi giardini, rendendoli eleganti e colorati. Una pianta che può essere coltivata in ceste appese, normali vaschette da sistemare su ampi terrazzi o direttamente in giardino e che sempre assicura uno spettacolo meraviglioso durante le più miti stagioni dell’anno. L’Agathea felicia è una pianta molto resistente, senza particolari pretese per la coltivazione, ha una crescita molto rapida e un portamento compatto.

Descrizione

Agatea Felicia

La comune Margherita blu è una pianta a sviluppo arbustivo con meravigliosi fiori, molto apprezzata per la sua fioritura, che permette di creare delle grandi aiuole, vere e proprie macchie di colore, in qualsiasi giardino. I suoi fiori, per forma simili a quelli della Margherita, sono di colore azzurro (possono anche avere le più delicate tonalità del blu) e con al centro un bel disco giallo che crea un caratteristico contrasto cromatico. I fiori si sviluppano nel mezzo di un fitto fogliame ricoperto da sottilissima peluria che va a formare un grande e morbido cuscino naturale.

Agatea Felicia come coltivarla

Facile da coltivare può essere sistemata sia in vaso che direttamente in piena terra per creare bellissime bordure o per valorizzare, ad esempio, un giardino roccioso. Questa bellissima specie si sviluppa in natura su dune costiere, pianure sabbiose e rocciose, fino a circa 100 metri di altitudine. Un fitto cespuglio sempreverde di Margherite blu che produce tanti rami che crescono in modo abbastanza ordinato, non supera quasi mai i 50 centimetri di altezza ed è ampiamente utilizzata come pianta ornamentale per terrazzi e giardini, anche perché è una pianta abbastanza resistente e che ben si adatta al clima del nostro Paese.
La sua presenza può trasformare anche grandi giardini, rendendoli eleganti e colorati. Una pianta che può essere coltivata in ceste appese, normali vaschette da sistemare su ampi terrazzi o direttamente in giardino e che sempre assicura uno spettacolo meraviglioso durante le più miti stagioni dell’anno. L’Agathea felicia è una pianta molto resistente, senza particolari pretese per la coltivazione, ha una crescita molto rapida e un portamento compatto.

Coltivazione in vaso

Per coltivare l’Agatea in vaso è possibile utilizzare ampie vaschette o più piccoli contenitori, anche cesti sospesi, da sistemare all’esterno in luoghi soleggiati. Per questa tecnica di coltivazione è consigliato utilizzare un terriccio ricco di sostanza organica, creando sul fondo del vaso uno strato di sabbia o altro materiale utile per permettere all’acqua di non ristagnare.
Le annaffiature dovranno essere frequenti (al mattino e dopo il tramonto quando fa molto caldo) ed è preferibile sempre utilizzare un bel vaso in terracotta. In vaso l’Agatea richiede delle regolari concimazioni a base di fertilizzanti specifici per piante da fiore, specialmente nel periodo che precede la fioritura. Una posizione soleggiata serve per una crescita vigorosa della pianta, da spostare in luogo più riparato quando le temperature invernali scendono in picchiata al di sotto dei 10°C.
Il rinvaso della Felicia amelloides dovrà essere effettuato solo quando le radici hanno terminato tutto lo spazio a disposizione ed iniziano a fuoriuscire dai fori di drenaggio del contenitore scelto per la messa a dimora.

Coltivazione in piena terra

Un giardino con pochi colori può essere elegante, ma mai ammaliante come una piccola oasi privata ricca di piante come la specie che stiamo descrivendo. Coltivare in giardino l’Agatea significa avere le idee ben chiare su quello che è un botanico stile molto raffinato. Il suo cespuglioso portamento e i bellissimi fiori trasformeranno anche i giardini più spogli in luoghi incantevoli.
Si consiglia di piantare l’Agatea solo dopo le ultime gelate invernali, mettendola a dimora in precise zone del giardino, magari tra piante perenni o ai piedi di un grande albero che farà da scudo contro i più forti raggi del sole. Il substrato dovrà essere abbastanza soffice e in grado di creare un perfetto drenaggio dell’acqua. La seducente bellezza di questa specie può essere sfruttata per dare un delicato tocco di colore a piccoli giardini rocciosi o per creare bordure e aiuole nel bel mezzo di un grande prato.

Agatea Felicia come tenerle in terrazzo

L’Agatea, viste le sue ridotte dimensioni, può essere coltivata come pianta in vaso sul terrazzo per decorarlo con eleganza. L’importante è scegliere una posizione soleggiata e prestare particolare attenzione alle annaffiature (frequenti e regolari) e alle concimazioni primaverili.
Temperatura
La Margherita blu è una pianta perenne, spesso coltivata come annuale, che sopporta bene anche le basse temperature. Non teme il freddo, ma qualche piccolo problema potrebbe sorgere quando il termometro arriva a toccare temperature vicine allo zero.

Luce

Per godere a pieno della meravigliosa fioritura dell’Agatea è bene sistemare la pianta in luoghi molto soleggiati o al massimo di mezz’ombra. In presenza di tanta luce i fiori si svilupperanno e si apriranno senza problemi, che invece potrebbero sorgere quando la pianta è coltivata in luoghi dove prevale l’ombra.

Terriccio

Il substrato perfetto per la coltivazione della Margherita blu è composto da un terriccio molto soffice e ricco di sostanza organica, al quale aggiungere sempre una componente sabbiosa per evitare ristagni idrici e il conseguente marciume radicale.

Annaffiatura

Le annaffiature devono essere regolari e controllate. L’Agatea resiste bene alla siccità, ma non tollera minimamente un terreno troppo umido.  Durante le più calde stagioni si può procedere ad abbondante annaffiatura solo dopo che il substrato si è asciugato, mentre in inverno è bene ridurre drasticamente gli interventi.

fonte (edendeifiori)

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Agatea Felicia”

Contattaci

+39 081 545 3535
info@meraflor.it
Via Pietravalle, 85, 80131 Napoli NA

Info

Bilogic agenzia di comunicazione

Meraflor©2020. Tutti i diritti Riservati | Bilogic visual & web communication