Piante per esterniPiante in fioreOrnitogallo

L’ornitogallo in vaso è ideale per adornare balconi e terrazze, o in vivaci giardini colorati grazie ai suoi splendidi fiori crema, gialli, arancioni e rossi. Il nome Ornithogalum viene dal greco ornithos (uccello) e gala ( latte) e secondo alcuni fa riferimento al colore bianco latte dei fiori di alcune specie mediterranee. Il nome italiano Latte di gallina è quasi una traduzione del nome antico. Secondo un’antica leggenda i fiori di questa semplice ma decorativa pianta sono benedetti in quanto hanno accolto a mo’ di cuscino il capo di Gesù Bambino appena nato.

Descrizione

Ornitogallo

pianta ornamentale tipicamente primaverile, coltivata in vaso in balconi, terrazze e in piena terra in giardino per creare aiuole con vivaci macchie di colore grazie ai suoi splendidi fiori crema, gialli, arancioni e rossi.

Ornitogallo coltivazione
E’ una bulbosa adatta anche alla coltivazione in un vaso di medie dimensioni contenente un miscuglio di terra, torba e sabbia. Il bulbo va piantato a non meno di 5 cm dalla superficie e va innaffiato bene ogni volta che il terreno è asciutto, evitando di affogare le radici. In seguito le annaffiature vanno ridotte fino alla fine della fioritura e sospese completamente durante il riposo vegetativo.
Anche se si adatta a qualunque tipo di terreno preferisce quello sciolto, soffice, ricco di sostanza organica e ben drenato.

Annaffiature
L’ornitogallo è una pianta che va annaffiata durante la fioritura e nei periodi di prolungata siccità, generalmente ogni due settimane o solo quando il terreno è completamente asciutto. Le annaffiature vanno ridotte al minimo dopo la fioritura e sospese del tutto durante il periodo di riposo vegetativo.

Concimazione
Concimare il terreno al momento dell’impianto, con un concime a lenta cessione, o con concime organico. Dalla ripresa vegetativa in poi e fino a fine fioritura somministrare ogni 2 settimane del concime specifico per piante bulbose diluito nell’acqua delle annaffiature secondo le dosi consigliate, allegate alla confezione. Se i bulbi vengono lasciati nel terreno, per favorire il loro sviluppo, dopo 1-2 anni occorre fornire concime organico in primavera o in autunno.

Cure e trattamenti
I bulbi lasciati a dimora in piena terra vanno protetti dal gelo invernale con una leggera pacciamatura di paglia o foglie secche. A protezione delle lumache basta spargere intorno al colletto della pianta della cenere di legna. Le piante di Ornitogallo vengono coltivate nelle bordure, nei giardini rocciosi e nei prati. I fiori bianchi recisi vengono impiegati per le decorazioni floreali, centrotavola e il classico bouquet della sposa.

Ornitogallo nel linguaggio dei fiori
L’ornitogallo o stella di Betlemme nel gergo dei fiori ha il significato di riconciliazione.

Ornitogallo è velenoso.
L’Ornithogalum o latte di gallina è tossico per l’uomo e per gli animali domestici quali cani e gatti, per la presenza in tutta la pianta di alcaloidi enterotossici, convallatossine.

(fonte casaegiardino)

Contattaci

+39 081 545 3535
info@meraflor.it
Via Pietravalle, 85, 80131 Napoli NA

Info

Bilogic agenzia di comunicazione

Meraflor©2020. Tutti i diritti Riservati | Bilogic visual & web communication